Product Description

NOUVELLE MéTHODE DE HARPE EN DEUX PARTIES. Paris (Parigi), chez M.me Duhan et C.ie Editeurs de Musique et M.ds d’Instruments, s.d. (1830)
La 1re contient tous les principes généraux du doigtee et donne l’explication générale de la Harpe. La 2me est composée de leçons progressives, préludes, sonates, fugues et divers morceaux dans tous les genres et dans tous les mouvemens, terminée par la manière d’exécuter sur la harpe, des passages propres au piano et d’accompag
[n]er la partition. Dédiée à son Excellence Monsieur le Comte De Montesquiou Fezensac Grand Chambellan de France, President du Corps Legislatif. Par N. Ch.les Bochsa Fils Harpiste de la musique particuliere de S. M. l’Empereur et Roi et Membre de la Societé des Arts et de l’amitié.

1 vol., in 4° grande (34 x 26,5 cm.), pp.: (1), (1) c. di tav., (1), 36, (1) c. di tav., 255. EDIZIONE ORIGINALE, con musica impressa in lastra. Legatura coeva, dorso in tela marrone con tassello in pelle rossa con titolo e piccoli fregi floreali impressi in oro; piatti in carta marezzata; tagli spruzzati in rosso; carte di sguardia assenti. Frontespizio impresso in lastra di rame; firma di appartenenza in inchiostro nero nel margine bianco inferiore. La prima tavola (a fronte della dedica al Comte De Montesquiou, anch’essa impressa in lastra) rappresenta un uomo che suona l’arpa. Seguono l’avvertimento e l’introduzione. Alla fine di questa si trova la seconda tavola, più volte ripiegata e incisa in rame, che raffigura un’arpa nei dettagli più tecnici. Seguono 255 pp. di musica e testo tutte impresse in lastre di rame; la prima parte dell’opera arriva fino a p. 101 e contiene “tous les principes generaux du doigte et donne l’explication generale de la harpe”; segue la seconda che è composta “de lecons progressives, preludes, sonates, fugues et divers morceaux dans tous les genres et dans tous les mouvemens, terminee par la maniere d’executer sur la harpe, des passages propres, au piano et d’accompag[n]er la partition”. Importante opera molto rara sull’arpa e sulla musica per arpa di Robert Bochsa, arpista e compositore francese (Montmédy, Meuse, 1789 – Sydney 1856). Egli entrò al conservatorio come allievo di Catel e poi di Mehul; studiò con Nadermann e Marin, ma presto arrivò ad uno stle proprio. Continuò per tutta la vita a mettere a punto effetti nuovi e si può dire che rivoluzionò il modo di suonare l’arpa. Nel 1813 divenne arpista ufficiale di Napoleone, e tre anni dopo di Luigi XVIII e del Duca di Berry. Otto opere da lui composte furono eseguite all’Opéra-Comique tra il 1813 e i 1816; compose un requiem per Luigi XVI, che fu eseguito con grande solennità nel 1816. L’anno seguente fu scoperto il suo coinvolgimento in azioni di contraffazione e scappò dalla Francia per non farvi più ritorno. Si rifugiò a Londra, dove la sua arte lo rese subito popolare e ammiratissimo, tanto da non riuscire a soddisfare le numerose richieste di impartire lezioni. Nel 1839 scappò con la moglie del direttore d’orchestra Sir Henry Bischop e iniziò un lungo tour in tutta Europa (tranne la Francia) e persino in America e Australia, dove morì. Esemplare di questa famosa opera complessivamente ben conservato, con fori di talo tra le pp. 19-35 dell’introduzione e da pp. 240 alla fine del vol., ma sempre nel margine binaco interno e non particolarmente fastidiosi. Molto raro.
Bibl.: Lichtental, IV, p. 162.