Stampe Antiche DanteL’acquisizione, nel 2008, di una raccolta delle tavole con l’incipit di ogni canto della Divina Commedia edita dallo Zatta nel 1757-1758, la passione per il libro e la stampa antica e il desidero di dare la possibilità di approcciarvisi da un diverso punto di vista hanno contribuito alla creazione di quella che è stata una vera e propria mostra didattica.

Il fatto che la raccolta fosse composta dagli incipit di tutti i canti dell’opera accompagnati da incisioni ha fornito l’occasione di dare vita ad un viaggio metaforico attraverso i canti della Commedia che permettesse al neofita di approcciarsi in modo gradevole al mondo del libro e della stampa antica e all’appassionato la possibilità di avvalersi di un diverso punto di vista nell’analisi del testo dantesco. Il tutto coronato dalla possibilità di godere della squisitezza delle incisioni, queste ultime frutto dei maestri incisori dell’area veneta della metà del XVIII secolo.

Ha preso vita, dunque, un percorso che offre l’occasione di avvicinarsi alla Commedia dantesca attraverso immagini che rappresentano i diversi canti, ma che, al contempo, permette di fare un’incursione nel mondo del libro e della stampa antica dando la possibilità a tutti, appassionati e non, di averne un assaggio. Le acqueforti in rame, che rappresentano i diversi canti, permettono di approcciarsi al mondo dell’incisione antica e delle diverse tecniche. D’altra parte, il fatto che la Divina Commedia sia stato il primo libro in lingua italiana stampato in Italia permette anche di approcciarsi all’affascinante mondo del libro antico.

E’ possibile acquistare  al costo di 12,00€ una pubblicazione contenente l’intera raccolta e la bibliografia di più di settecento edizioni della Divina Commedia pubblicate a partire dal 1472 fino al 1963, molto interessante anche la sezione dedicata alla terminologia descrittiva del libro antico.