Descrizione

ATLAS OF ASTRONOMY

Comprisin, in eighteen plates

Seconda edizione

William Blackwood and Sons, Edimburgh and London, 1856

Un volume in folio (355 x 280), legatura in mezza pelle, titolo in oro sul piatto anteriore. Difetti alla legatura.

Questo atlante era una collaborazione tra due illustri figure dell’astronomia e della cartografia britanniche: il cartografo Alexander Keith Johnston e l’astronomo e accademico John Russell Hind. Johnston è stato uno dei più importanti cartografi britannici del XIX secolo. Le sue opere degne di nota includevano l’Atlante nazionale della geografia generale (1843), l’Atlante fisico (1846), l’Atlante fisico dei fenomeni naturali (1856) e il primo globo fisico, che vinse numerose medaglie alla Grande Esposizione del 1851. Alexander fu nominato geografo reale per la Scozia nel 1843. Hind era sovrintendente dell’almanacco nautico ed è noto per essere stato uno dei primi scopritori di asteroidi e diverse stelle variabili e la prima nova dei tempi moderni.

 

L’atlante è composto da 18 tavole in cromolitografia, molto affascinanti. Includono vari principi di base del moto planetario, delle stagioni, delle eclissi, della luna, delle comete, della nebulosa e delle costellazioni.

Buona copia un po’ allentata. Molto interessante il corpo iconografico.